PERCHE’ INIZIARE AD IMMERGERSI?

L’attività subacquea è uno sport ottimale che include lavoro di squadra e consapevolezza individuale, in un contesto di responsabilizzazione, a contatto con un ambiente naturale che si impara a rispettare e, all’occorrenza, a difendere.

Nella pratica dell’attività subacquea è fondamentale il rispetto di procedure e regole molto semplici, principalmente basate su concetti di fisica, chimica, e fisiologia umana.

Rispettare tali regole è di fondamentale importanza per la buona riuscita di un’immersione e per evitare spiacevoli incidenti, aumentando nell’individuo il senso dell’autocontrollo e il valore della disciplina.

L’acquisizione di nozioni e competenze progressivamente più complesse, la preparazione e la verifica dell’attrezzatura, il briefing pre-immersione, il controllo reciproco con il compagno, la supervisione di istruttori e guide subacquee, che rappresentano una “gerarchia” benevola e autorevole da rispettare ma non temere, costituiscono aspetti fondamentali della pratica sportiva.

SETTE BUONI MOTIVI PER FARE SUBACQUEA

La subacquea è sia sport, sia avventura e dà, a chi la pratica, la possibilità di esplorare direttamente l’affascinante mondo della vita sommersa. Sono numerosi, però, anche gli effetti positivi a livello fisico, psicologico e sociale.

1. Insegna ad apprezzare la bellezza della natura

Il 70% della superficie terrestre è ricoperto da acqua. Il mondo sommerso è ricchissimo di vita, con una varietà incredibile di specie animali e vegetali ed ecosistemi complessi ed affascinanti. Solo le immersioni possono portarci a contatto con questo mondo misterioso e spesso sconosciuto che, chi non si immerge, non potrà mai conoscere. Se non hai mai visto cosa c’è sotto la superficie dell’acqua, le immersioni potranno veramente aprirti nuove prospettive e portarti a volerne sapere sempre di più. Nuotare insieme alle tartarughe di mare, ai delfini, a branchi di pesci colorati, osservare da vicino uno squalo balena, una manta o un cavalluccio marino sono solo alcune delle esperienze che offre il fantastico mondo della subacquea.

2. Consente di viaggiare in tutto il mondo

Ami viaggiare e sei attratto da mete e modalità di viaggio non convenzionali? Rifuggi il turismo di massa e le proposte troppo commerciali? Diventare sub può aiutarti in questo. Sentir parlare di squali martello può ispirarti a viaggiare in Sudan. Se vuoi incontrare gli squali balena, puoi andare in Madagascar. Se non hai mai visto un pesce pagliaccio, puoi essere tentato di andare nelle Filippine, in Thailandia o in Indonesia. Squali volpe, leopardo, grigi, tartarughe marine, mante, trigoni, barriere coralline, sono tutti ottimi motivi per esplorare un nuovo paese. I subacquei spesso non sono solo amanti del mare, ma lo sono della natura a tutto tondo. I viaggi e le escursioni in luoghi remoti difficili da raggiungere, disabitati o “selvaggi” consentono spesso anche il contatto, fuori dell’acqua, con fauna e flora particolari o difficili da vedere nei normali contesti turistici. Piccoli lodge su spiagge isolate, cena a lume di candela su un’isoletta maldiviana disabitata, crociere su un caicco uno yacht esclusivo, da cui ammirare l’alba o il tramonto in mezzo al mare sono esperienze comuni per i subacquei.

3. Riduce lo stress

L’acqua è un elemento naturale che, di per sé, aiuta a combattere stress e tensioni. Le sensazioni fisiche durante un’immersione sono un’esperienza sensoriale unica: sott’acqua vediamo, sentiamo, respiriamo, ci muoviamo in modo diverso. Sono sensazioni che richiamano quasi ricordi primordiali, quali il galleggiare nel liquido amniotico del grembo materno. Di fatto fare immersioni è un’esperienza rilassante per tutto il corpo: i suoni ovattati, l’assenza di gravità, il contatto con l’acqua, il profondo blu del mare, i movimenti sinuosi delle creature marine inducono indubbi benefici fisici e mentali. L’immersione, inoltre, è anche un momento per riflettere, lasciar scorrere liberamente i propri pensieri, per conoscere il proprio corpo e per sentirsi ancora più a proprio agio con sé stessi, ascoltando soltanto il rumore ritmico del nostro respiro. La ricerca del silenzio, che solo i suoni attenuati della profondità marine sanno dare, spinge molte persone ad avvicinarsi al mondo subacqueo e molti sub ad una periodica ricerca di tranquillità, lontano dal caos e dai rumori della quotidianità.

4. Migliora la capacità di concentrazione

La subacquea non è tanto uno sport, quanto una “disciplina”. Le prestazioni sportive personali giocano un ruolo del tutto secondario per poter diventare un bravo subacqueo, in quanto è molto più importante “la testa”. La subacquea consente di sviluppare autocontrollo, calma interiore, riflessività. I buoni subacquei di solito sono persone posate, rilassate, che raramente perdono la calma e quasi mai il controllo. Inoltre il mantenimento di un giusto assetto è fondamentale sott’acqua: il continuo contatto con numerose forme di vita molto delicate, la necessità di non disturbarle e non toccarle, così come il rispetto dell’ambiente marino circostante richiedono una concentrazione continua ed un buon allenamento nel mantenere il pieno controllo dei proprio corpo e dei propri movimenti.

5. Consente di superare molte paure

Se hai sempre pensato di non poterti immergere perché temi possa essere pericoloso, ottenere il tuo primo brevetto ti farà capire che non è così. Respirare e muoversi sott’acqua è un’esperienza molto più semplice di quanto uno possa pensare. Non a caso i brevetti junior prevedono che anche i bambini possano immergersi in assoluta sicurezza e con grande naturalezza. Puoi superare la tua paura e sorprenderti di quello che potrai scoprire in seguito. Apri la mente a nuove sfide!

6. Consente un allenamento costante

Sebbene la subacquea non necessiti di allenamenti particolari, è comunque un’attività che richiede un minimo di forma fisica. Una certa attenzione allo stile di vita, all’alimentazione, alla pratica sportiva costituiscono spesso un presupposto fondamentale per chi si immerge regolarmente. Inoltre, fare immersioni ci porta ad esplorare le nostre capacità e, a volte, i nostri limiti. E’ un continuo test delle nostre capacità organizzative e di problem solving, una revisione costante delle nostre abilità, tesa ad un miglioramento progressivo, in modo da ottenere sempre maggiori divertimento e sicurezza. La pratica subacquea costante ci pone sempre nuove sfide: dalla fotografia alla ripresa subacquea, dall’acquisizione delle tecniche di salvataggio a quelle per l’esplorazione dei relitti, fino a raggiungere traguardi sempre più ambiziosi e stimolanti.

7. Comporta benefici sociali e relazionali

Iscriversi ai corsi e partecipare alle attività dei circoli subacquei dà la possibilità di conoscere nuove persone che molto probabilmente diventeranno compagni d’immersione e magari amici di una vita. In immersione è fondamentale fare affidamento sui propri compagni, in un’attività di condivisione e aiuto reciproco, spesso di grande importanza per stringere rapporti forti e duraturi. La subacquea è, inoltre, uno sport “trasversale” che attrae persone di ogni età, sesso e ambito sociale, consentendo di ampliare la propria rete di conoscenze.